Sutura del taglio cesareo: quanto cura, come e cosa elaborare, cosa fare se trasudano o dolgono

contenuto:

Taglio cesareo - un intervento chirurgico curativo, durante il quale il bambino viene rimosso attraverso un'incisione nell'utero. Nonostante tutti i suoi vantaggi e una sufficiente popolarità oggi, le giovani madri sono preoccupate di come, dopo un po ', la cucitura dopo il taglio cesareo sembrerà (non brutta?), Quanto sarà notevole e per quanto tempo il processo di guarigione sta andando avanti. Dipende dal tipo di incisione praticata dal chirurgo, dall'eventuale insorgenza di complicanze nel periodo postpartum e dal modo in cui la donna si occupa con cura della zona operata del suo corpo. Migliore è la donna, meno problemi avrà in futuro.

tipi

Tipi di incisioni per taglio cesareo

Le ragioni per cui il medico decide di fare un taglio cesareo possono essere molto diverse. A seconda del processo di consegna e delle complicazioni derivanti durante il suo corso, i tagli possono essere fatti in modi diversi, e di conseguenza si ottengono diversi tipi di punti che richiedono una cura speciale.

Cucitura verticale

Se viene diagnosticata un'ipossia acuta del feto , o se la donna ha iniziato a sanguinare copiosamente, viene chiamato un taglio cesareo, chiamato corpo. Il risultato di tale operazione è una sutura verticale, che inizia dall'ombelico e termina nella zona pubica. Non differisce in bellezza, e in futuro rovinerà l'aspetto del corpo piuttosto fortemente, poiché le cicatrici sono di natura nodulare, molto evidenti sullo sfondo dell'addome, soggette a compattazione in futuro. Questo tipo di operazione viene eseguita abbastanza raramente, solo in casi di emergenza.

Cucitura orizzontale

Se l'operazione viene eseguita secondo il piano, viene eseguita una laparotomia Pfannenstiel. Un taglio è fatto trasversalmente sopra il pube. I suoi vantaggi sono che si trova nella piega naturale della pelle, la cavità addominale non è aperta. Pertanto, un accurato, continuo (metodo speciale di imposizione), intradermica (in modo che non ci sono manifestazioni esterne) cuciture cosmetiche dopo taglio cesareo sul corpo è impercettibile.

Cuciture interne

Le cuciture interne sul muro dell'utero in entrambi i casi variano nel modo in cui vengono applicate. Il medico viene guidato qui per ottenere le migliori condizioni possibili per una guarigione più rapida delle ferite senza complicazioni e per ridurre la perdita di sangue. Nessun errore può essere fatto qui, dal momento che il corso delle seguenti gravidanze dipende da questo. Durante l'operazione corporale, una sutura interna longitudinale è fatta dopo un taglio cesareo, con laparotomia di Pfannenstiel - trasversale:

  • l'utero è cucito con una sutura continua a singola fila fatta di materiale sintetico, molto resistente, autoassorbente;
  • il peritoneo, come i muscoli, dopo il taglio cesareo viene suturato con punti catgut continui;
  • l'aponeurosi (tessuto connettivo muscolare) viene suturata con fili sintetici assorbibili.

Il tasso di guarigione, le caratteristiche di cura, le varie complicazioni - tutti questi punti importanti dipendono direttamente dal tipo di incisione praticata durante il taglio cesareo. Dopo il parto, i medici consigliano i pazienti su tutte le questioni che sollevano dubbi, ansie e paure.

A proposito di personalità . Hermann Johannes Pfannenshtil (1862-1909) - un ginecologo tedesco, introdusse per la prima volta la pratica della sezione trasversale operativa, che ricevette il suo nome.

Caratteristiche del periodo di recupero

Cura della sutura dopo taglio cesareo

Dipenderà dal tipo di incisione praticata, da quanto la sutura guarisce dopo il taglio cesareo in termini di dolore e altre conseguenze dell'operazione. Con il longitudinale dovrà armeggiare più a lungo, e il rischio di complicazioni sarà molto più alto che con trasversale.

Il dolore

Dopo il parto, c'è una ferita sull'utero, così come sulla parete anteriore del peritoneo, quindi non sorprende che dopo un taglio cesareo, la cucitura faccia male (anche gravemente) nelle prime settimane e persino nei mesi. Questa è una reazione naturale del tessuto all'incisione fatta, in modo che la sindrome del dolore possa essere bloccata con gli antidolorifici più comuni:

  • immediatamente dopo l'intervento chirurgico, vengono prescritti analgesici (narcotici): la morfina e le sue varietà, tramadolo, omnopon;
  • Nel periodo successivo, è possibile utilizzare analgin, integrato con ketanovy, difenidramina e altri farmaci anti-infiammatori non steroidei.

Allo stesso tempo, non dimenticare che gli anestetici usati dovrebbero essere prescritti da un medico, tenendo conto del periodo di allattamento. Per quanto riguarda la questione di quanto a lungo la sutura dopo un taglio cesareo fa male, dipende dal suo tipo. Longitudinale disturberà circa 2 mesi, trasversale - circa 6 settimane con cura adeguata e senza complicazioni. Tuttavia, anche durante l'anno una donna può sentire il disagio, il disagio nell'area operata.

durezza

Molti sono preoccupati dal fatto che dopo un taglio cesareo, la sutura è dura e dolorosa: entro 2 mesi, questo è abbastanza normale. La guarigione dei tessuti avviene. Allo stesso tempo, la cicatrice non diventa immediatamente morbida e poco appariscente. È necessario venire a patti con il fatto che dovrebbe passare un po 'di tempo, che può essere calcolato non nemmeno in mesi ma in anni.

  1. La dura cicatrice verticale (longitudinale) dura per 1,5 anni. Solo dopo questo periodo i tessuti inizieranno gradualmente ad ammorbidirsi.
  2. I cosmetici orizzontali (trasversali) guariscono più velocemente, in modo che la durezza e la compattazione sopra la giuntura ( aderenze , cicatrici dei tessuti) debbano andare via entro un anno.
  3. Molte persone notano che con il tempo si forma una caratteristica piega sopra la linea di giunzione, che, in assenza di dolore e suppurazione, non pone problemi. Questo è il modo in cui si verifica la cicatrizzazione dei tessuti circostanti. Per evitare spiacevoli conseguenze si consiglia di fare ultrasuoni.
  4. È molto più grave se dopo un taglio cesareo appare un bernoccolo sopra la sutura. Qualcuno lo nota nel primo anno, per alcuni si manifesta molto più tardi. Le dimensioni possono essere completamente diverse: dal piccolo pisello al noce. Il più delle volte è viola o viola. In questo caso è necessaria una visita dal medico e dagli ultrasuoni. Può essere una cicatrizzazione innocua dei tessuti, così come la fistola, l'infiammazione, la suppurazione e persino l'oncologia.

La durezza della cicatrice, tutti i tipi di pieghe e foche attorno ad esso nel primo anno dopo l'operazione è un fenomeno abbastanza comune. Se tutto questo non è accompagnato da forti dolori e suppurazioni, non ti preoccupare. Ma non appena si verifica una protuberanza sulla linea e i sintomi sopra citati, la consultazione con uno specialista e il trattamento sono inevitabili.

selezione

Se una sutura dopo un taglio cesareo trasuda con un pollone (liquido trasparente) nella prima settimana, non preoccuparti. Quindi la guarigione ha luogo, è un processo naturale. Ma non appena lo scarico diventa purulento o sanguinante in natura, iniziano a emettere un odore sgradevole o flusso troppo a lungo, è necessario contattare immediatamente uno specialista.

prurito

Chiunque abbia subito un taglio cesareo, la cicatrice dopo una settimana prude molto male, cosa che spaventa un po '. In realtà, questo indica una guarigione della ferita e solo. Questa è un'indicazione che tutto va per la sua strada. Tuttavia, è severamente vietato toccare e pettinare la pancia. Ora, se la cicatrice non fa solo prurito, ma brucia e cuoce, causando sofferenza, devi dirlo al dottore.

Affinché il periodo di recupero dopo il taglio cesareo non comporti conseguenze e complicazioni indesiderabili, una donna deve imparare come curare adeguatamente l'area operata.

Maggiori informazioni sulla ripresa dopo il taglio cesareo nel nostro articolo separato .

Attraverso le pagine della storia . Il nome del taglio cesareo risale alla lingua latina e si traduce letteralmente come "taglio reale" (caesarea sectio).

In ospedale

Mezzi per il trattamento di sutura dopo taglio cesareo

Il primo trattamento della sutura dopo taglio cesareo viene effettuato in ospedale.

  1. Dopo l'esame, il medico decide come trattare la sutura: per evitare l'infezione, vengono prescritte soluzioni antisettiche (lo stesso verde brillante si applica a loro).
  2. Tutte le procedure sono eseguite da un'infermiera.
  3. Ogni giorno, dopo un taglio cesareo viene cambiato.
  4. Tutto questo si svolge per circa una settimana.
  5. Una settimana dopo (a titolo di prova), le suture vengono rimosse, a meno che, ovviamente, non siano assorbibili. Per prima cosa, con uno strumento speciale, togli il nodo che li trattiene, quindi tira il filo. Per quanto riguarda la questione se sia doloroso rimuovere i punti dopo un taglio cesareo, è improbabile che la risposta sia inequivocabile. Dipende dal diverso livello della soglia del dolore. Ma nella maggior parte dei casi, la procedura è paragonabile a strappare le sopracciglia: almeno, le sensazioni sono molto simili.
  6. In alcuni casi, dopo l'operazione viene prescritta un'ecografia della sutura per capire come procede la guarigione, se vi sono deviazioni.

Ma anche in ospedale, prima di essere dimesso, nessuno può dirti esattamente per quanto tempo la sutura guarisce dopo il taglio cesareo: il processo è univoco per tutti e può seguire il suo percorso separato. Molto dipenderà anche da quanto bene e competente sarà la cura dell'area operata.

Assistenza domiciliare

Prima di andare a casa, una giovane mamma dovrebbe imparare da un medico come prendersi cura di una sutura dopo un parto cesareo senza cure mediche, a casa, dove non ci saranno personale medico qualificato e aiuti professionali.

  1. Non sollevare pesi (tutto ciò che supera il peso del neonato).
  2. Evita forti sforzi fisici.
  3. Non sdraiarsi costantemente dopo un cesareo, cammina il più possibile e più spesso.
  4. Se ci sono delle complicazioni, il trattamento della sutura a casa con la vegetazione, sarà necessario lo iodio, ma questo può essere fatto solo con il permesso del medico se la cicatrice è bagnata e trasudante anche dopo la dimissione dall'ospedale.
  5. Se necessario, guarda un video speciale o chiedi al tuo medico di dirti in dettaglio come elaborare la cucitura a casa. All'inizio, la stessa cicatrice non è inumidita, ma solo la pelle attorno ad essa, in modo da non bruciare una ferita fresca.
  6. Per quanto riguarda i termini, quanto deve essere lavorato un punto dopo un taglio cesareo, questo è determinato dalla natura dello scarico e da altre caratteristiche della cicatrizzazione. Se tutto è in ordine, una settimana dopo la dimissione sarà sufficiente. In altri casi, il tempo è determinato dal medico.
  7. Per evitare la divergenza della cucitura, indossare una benda che fissa l'addome.
  8. Evitare danni meccanici dopo il taglio cesareo: in modo che la cicatrice non sia sottoposta a pressione e sfregamento.
  9. Molte persone dubitano che sia possibile bagnare la cucitura: dopo essere stati dimessi dall'ospedale di casa, si può fare una doccia senza dubbio. Tuttavia, non ha bisogno di strofinare con un asciugamano.
  10. Mangia per una riparazione dei tessuti più rapida e una cicatrizzazione più rapida.
  11. Entro la fine del 1 ° mese, quando la ferita guarisce e si forma la cicatrice, puoi chiedere al dottore cosa spalmare la cucitura dopo il taglio cesareo, in modo che non sia così evidente. Le farmacie ora vendono tutti i tipi di creme, unguenti, cerotti e pellicole che migliorano il recupero della pelle. Direttamente sulla cicatrice può essere applicata in modo sicuro l'ampolla vitamina E: accelererà la guarigione. Un buon unguento per una sutura, che è spesso raccomandato per essere usato dopo un taglio cesareo, è contro-sesso.
  12. Più volte al giorno (2-3) per almeno mezz'ora, a stomaco nudo: i bagni d'aria sono molto utili.
  13. Vedi costantemente un dottore. È lui che ti dirà come evitare complicazioni, cosa si può fare e cosa non si può fare, quando fare un'ecografia di una sutura e se ce n'è bisogno.

Quindi, la cura della sutura dopo il taglio cesareo della casa non richiede particolari sforzi e procedure soprannaturali. Se non ci sono problemi, devi solo seguire queste regole non sofisticate e prestare attenzione a qualsiasi deviazione, anche minima, dalla norma. Dovrebbero essere immediatamente segnalati al medico: solo lui può prevenire le complicanze.

Questo è interessante! Non molto tempo fa, gli scienziati hanno concluso che se un peritoneo cesareo non viene suturato, il rischio di speciazione si riduce a quasi zero.

complicazioni

Complicazioni, seri problemi con la sutura dopo un parto cesareo in una donna possono verificarsi in qualsiasi momento: sia durante il periodo di recupero che diversi anni dopo.

Complicazioni precoci

Se un ematoma si è formato sulla sutura o è sanguinoso, è probabile che l'impianto medico sia stato effettuato durante la sua imposizione, in particolare, i vasi sanguigni non erano stati ben erosi. Anche se spesso questa complicanza si verifica quando un trattamento improprio o un cambiamento di vestibilità incauto, quando una cicatrice fresca è stata gravemente disturbata. A volte questo fenomeno è osservato a causa del fatto che la rimozione delle suture è stata fatta troppo presto o non molto attentamente.

Una rara complicazione è la divergenza della cucitura quando l'incisione inizia a insinuarsi in direzioni diverse. Questo può succedere dopo un taglio cesareo per 6-11 giorni, poiché in questo periodo i fili vengono rimossi. Le ragioni per cui il cordone è stato esaurito potrebbero essere un'infezione che impedisce la crescita completa del tessuto, o una gravità superiore a 4 kg, che la donna ha sollevato durante questo periodo.

L'infiammazione della sutura dopo taglio cesareo a causa di cure o infezioni insufficienti viene spesso diagnosticata. I sintomi fastidiosi in questo caso sono:

  • temperatura elevata;
  • se la sutura è insanguinata o sanguinante;
  • il suo gonfiore;
  • arrossamento.

Quindi cosa fare se la sutura dopo il taglio cesareo è infiammata e festante? L'automedicazione non è solo inutile, ma anche pericolosa. In questo caso, è necessario consultare immediatamente un medico. In questo caso viene prescritta una terapia antibiotica (unguenti e compresse). Le forme avviate della malattia vengono eliminate solo con l'intervento chirurgico.

Complicazioni tardive

Le fistole della legatura vengono diagnosticate quando inizia l'infiammazione attorno al filamento con cui i vasi sanguigni vengono suturati durante il taglio cesareo. Si formano se il corpo rifiuta il materiale della sutura o se la legatura è infetta. Tale infiammazione si manifesta dopo mesi con una compattazione calda, arrossata e dolorosa, da una piccola apertura in cui può scorrere il pus. L'elaborazione locale in questo caso sarà inefficace. Solo un medico può rimuovere una legatura.

L'ernia è una complicanza rara dopo il taglio cesareo. Si presenta con una sezione longitudinale, 2 operazioni di fila, diverse gravidanze.

Una cicatrice cheloide è un difetto estetico, non rappresenta un rischio per la salute, non provoca disagio. La ragione è la crescita irregolare del tessuto dovuta alle caratteristiche individuali della pelle. Sembra molto antiestetico, come una cicatrice accidentata, ampia e ruvida. La moderna cosmetologia offre alle donne diversi modi per renderla meno evidente:

  • metodi conservativi: laser, crio-esposizione (azoto liquido), ormoni, unguenti, creme, ultrasuoni, microdermoabrasione, peeling chimico;
  • Chirurgico: asportazione della cicatrice.

La cucitura plastica cosmetica viene scelta dal medico in base al tipo di incisione e alle caratteristiche individuali. Nella maggior parte dei casi, tutto va bene, in modo che nessun effetto esterno del taglio cesareo non sia praticamente visibile. Qualsiasi, anche le complicanze più gravi possono essere tempestivamente prevenute, trattate e corrette. E soprattutto stai attento a quelle donne che partoriranno dopo il COP di più.

Wow! Se una donna non ha più intenzione di avere figli, la cicatrice dopo un cesareo pianificato può essere nascosta sotto ... il tatuaggio più ordinario, ma molto elegante e bello.

Gravidanze successive

La medicina moderna non proibisce alle donne di rinascere dopo un parto cesareo . Tuttavia, ci sono alcune sfumature relative alla cucitura, che dovranno affrontare quando si trasportano i bambini successivi.

Il problema più comune è che una sutura dopo un taglio cesareo fa male durante la seconda gravidanza, specialmente negli angoli del terzo trimestre. E la sensazione può essere forte come se stesse per disperdersi. Per molte giovani mummie, questo provoca il panico. Se sai cosa impone questa sindrome del dolore, le paure scompariranno. Se tra il cesareo e la successiva concezione è stato sostenuto un periodo di 2 anni, la discrepanza è esclusa. Riguarda le punte, che si formano durante il recupero del tessuto ferito. Sono allungati da una pancia allargata - questo è dove i dolori sgradevoli e fastidiosi si alzano. Dovrai informare il tuo ginecologo di questo in modo che possa esaminare la condizione della cicatrice sugli ultrasuoni. Può consigliare qualsiasi unguento anestetico ed emolliente.

È necessario capire: la guarigione della sutura dopo il taglio cesareo è molto individuale, avviene in modo diverso per tutti e dipende da molti fattori: il processo di nascita, il tipo di incisione, lo stato di salute della madre, la cura adeguata nel periodo postoperatorio. Se tenga presente tutte queste sfumature, è possibile prevenire molti problemi ed evitare complicazioni indesiderate. Infatti, in questa fase è così importante dare tutta la tua forza e salute al bambino.

Commenti (5)
2 novembre 2017 | 00:52
Tatiana

7 anni fa, ho avuto un Keserevo 2 mesi, sono andato alla medicazione, la cucitura è guarita, oggi ho visto che la cucitura al centro è diventata rossa e fa male, quale potrebbe essere il processo infiammatorio dopo sette anni?

9 ottobre 2017 | 19:50
🐵

Ciao, ho una domanda

Ho avuto il primo taglio cesareo il 27 novembre 2015 e al momento sono di nuovo incinta. Ho 21 settimane ostetriche La data approssimativa di nascita è il 23 febbraio 2018.

posso partorire me stesso senza l'intervento del chirurgo

ha avuto il tempo di guarire l'utero !?

2 luglio 2017 | 14:44
Helena

Dopo il secondo taglio cesareo con una complicazione postoperatoria, si formò un'ernia. Sono passati quasi 1,5 anni, ma non ho mai trovato il tempo per andare dal chirurgo e consultarmi sull'ernia. Lei è diventata di più. Con tutte le faccende domestiche e le preoccupazioni, la mancanza di tempo, ho deciso che avrei avuto un altro bambino in faccia, e al prossimo cesareo, l'ernia sarebbe stata suturata, o la rete sarebbe stata messa sul peritoneo. Ora arriva il primo trimestre, mi preoccupo, mentre eseguono un'ernia. La prossima settimana andrò dal medico, vedrò cosa consiglia. Ma sul cappello lo otterrò di sicuro))

4 maggio 2017 | 21:36
Botha

E come capire se i medici non hanno rimosso il filo c'è una minaccia alla salute? Hanno appena tagliato fuori da due bordi e tutti hanno detto che sarebbero scomparsi e che guarirà normalmente.

21 febbraio 2017 | 2:41 pm
Alina

Grazie per l'articolo. Non c'erano problemi con la cucitura stessa, e non mi piaceva la cicatrice, quindi dopo 1,5 mesi ho iniziato a imbrattarla con Contractubex. Strumento eccellente, come per me. Ora la cucitura è sottile e non evidente.

Lascia un commento
(Richiesto)
(Richiesto)

Nuovi articoli
Calendario di gravidanza
tavolo
altezza e peso
calendario
vaccinazioni
DE BG LT GG FGIROGIRO

al piano di sopra