Trattamento di lattostasi a casa: digiuno, massaggio, farmaci

contenuto:

Le mamme continuano a monitorare attentamente la loro salute dopo la nascita del bambino. Hanno almeno un periodo di responsabilità: allattare al seno le briciole. E oltre all'osservanza di una dieta equilibrata, una madre che allatta deve anche prendersi cura delle condizioni del seno per prevenire i processi infiammatori.

Cos'è la lattostasi?

Spesso le donne sono perplesse: proprio ieri hanno allattato il bambino, tutto era in ordine, di notte sentiva dolore al petto, che si intensificava durante l'allattamento.

Lattostasi in una madre che allatta

Le madri che allattano spesso hanno tali disturbi, i medici li diagnosticano come lattostasi, mastite. Le malattie hanno diversi sintomi e metodi di trattamento. La lattostasi è il "blocco" di uno dei condotti (meno spesso di pochi) con un tappo del latte.

Cosa c'è di diverso dalla mastite?

Una donna ha bisogno di sapere come distinguere la lattostasi dalla mastite. Per fare questo, ci rivolgiamo alle caratteristiche anatomiche del seno durante l'allattamento. Consistono di diverse (da 15 a 25) azioni. Ognuno di loro "va" con il suo condotto nel capezzolo. Il blocco del condotto non produce latte materno, nel lobo il sigillo si fa sentire sotto forma di nodulo. La lattostasi può passare indolore, la temperatura è normale.

Con la mastite, non ci sono inceppamenti del traffico che interferiscono con il deflusso del latte, ma l'intera ghiandola mammaria aumenta dolorosamente. Attraverso le crepe del capezzolo , danno alla pelle, gli agenti patogeni entrano nella ghiandola mammaria. L'infiammazione infettiva è accompagnata da un aumento dei linfonodi, intossicazione, un salto di temperatura superiore a 38 gradi. La mastite può essere purulenta, il che non avviene quando il condotto è ostruito.

Durante la lattostasi, una donna che allatta si sente soddisfacente, il che non è il caso della mastite. Puoi liberarti della lattostasi a casa. La mastite complicata viene curata in ospedale. Lattostasi lanciata può trasformarsi in mastite - una grave malattia del seno.

Sintomi e segni

I problemi fisiologici durante l'allattamento al seno iniziano con il dolore nella ghiandola. Dopo poco tempo, i segni della lattostasi stanno crescendo: l'infermiera vede l'arrossamento della pelle, il nodulo al seno, il ristagno del latte.

All'apice della malattia, appare uno schema venoso sul lobo toracico interessato. La condizione generale non infastidisce la donna, la temperatura durante la lattostasi è nel range normale.

Può essere consigliabile assumere antispastici durante le prime ore di sintomi: No-shpa, Baralgin. Il primo aiuto urgente sarà un bambino per la madre: dargli un torace malato in modo che la faccia "affondi" nell'area problematica. Pertanto, la mollica aiuterà l'acido lattico a rilassarsi.

I sintomi della lattostasi

Attenzione! Il massaggio al seno, tiralatte per il blocco del condotto non è efficace quanto i movimenti di aspirazione delle briciole. Non smettere di allattare, attraversare il dolore. È necessario soffrire un po 'e il tappo scompare.

Pronto soccorso

Il trattamento della lattostasi in una madre che allatta mira a esprimere il problema del seno. È importante sapere come rompere i grumi. Nella fase iniziale della malattia, viene proposto il seguente algoritmo.

  • Espandi i condotti con il calore naturale

Aiuterà una doccia di 5 minuti o una comoda vasca da bagno. Un buon aiuto per l'apparato domestico darsonval. Se hai chiesto aiuto in clinica, ti verrà prescritta la fisioterapia: ecografia, assolutamente sicura per la salute di una donna e di un bambino.

  • Problema al seno

Movimenti attenti: dalla base al capezzolo. Un grumo denso può uscire dal dotto ostruito (per maggiori dettagli su come esprimere il latte materno con le mani, leggi il nostro articolo ). Se ciò non accade, aiuta il bambino.

  • Dai da mangiare al bambino

Dai un seno al bambino, aderendo alla postura corretta per l'alimentazione alla lattostasi: il mento del bambino si basa sulla condivisione del problema.

  • Fai un impacco da foglie di cavolo

Dopo l'alimentazione, applica un impacco freddo da foglie di cavolo, fiocchi di latte o solo un tovagliolo umido sul petto. Per ridurre il gonfiore della ghiandola mammaria, è possibile utilizzare l'unguento all'arnica, un impacco di magnesia.

  • Alimentare la seconda poppata

Ma è necessario applicare un bambino a un seno sano due volte meno che a un paziente.

  • Dimentica il programma di alimentazione

Offri il seno al bambino il più spesso possibile, specialmente di notte, quando aumenta l'allattamento.

Per la mamma è molto importante sapere. L'espressione frequente del latte è la via per l'infiammazione della ghiandola lattea. Questo consiglio viene solitamente dato da mamme e nonne a giovani donne. Cosa succede a seguito di un impatto meccanico sul tessuto delicato? Lei è ferita. L'allattamento aumenta. Il latte eccessivo, che non aspira la mollica, porta al blocco dei condotti e allo sviluppo di processi infiammatori.

Suggerimento: l' eccesso di velocità della lattostasi a casa passa 2-3 volte al giorno. Se il problema scompare, abbandonare questa procedura traumatica.

Terapia farmacologica

Se sei riuscito a eliminare il ristagno del latte durante il giorno, rimuovi il tappo semplicemente decantando in casa - sei fortunato. In alcuni casi, è necessario chiedere aiuto a un pediatra o un ostetrico per consigli su come trattare la lattostasi.

Questa è la decisione giusta, perché numerosi forum di giovani madri offrono metodi di trattamento "selvaggi" testati in casa. Presta attenzione con il consiglio di forumchanok - applica l'unguento di Vishnevsky e gli impacchi di Dimexide, canfora, lozioni di spirito al seno affetto ... Dì categoricamente a tali metodi di trattamento: "No!"

Nel linimento balsamico - la base naturale dei componenti: catrame di betulla, olio di ricino. La loro efficacia è trascurabile nella lotta contro il blocco del dotto lattiginoso, e l'odore acre rende impossibile l'allattamento al seno - il bambino si rifiuta di prendere il seno.

Il Dimexide, il cui principio attivo è il dimetilsolfossido "non innocuo", penetra nel sangue dopo un paio d'ore ed è presente per più di un giorno. La sostanza non è raccomandata per le donne in gravidanza e in allattamento. Entrando nel sangue del bambino con il latte materno, questa sostanza avvelena il piccolo corpo.

I preparativi esterni che spariscono avranno effetto anestetico:

  • Il gel omeopatico di Traumeel non penetra nel flusso sanguigno e da lì nel latte materno. Rimuove rapidamente il gonfiore della ghiandola, riduce il dolore.
  • Un impacco di magnesia allevia anche il gonfiore.
  • Unguento a base di arnica. Il rimedio omeopatico è ben provato nei processi infiammatori, allevia il dolore, risolve le foche.
  • L'unguento eparina ha un effetto antinfiammatorio sul seno colpito.
  • Malavit sotto forma di impacco allevia il gonfiore dei tessuti.

L'alcol compresso non porta alcun beneficio, ma può impedire il deflusso del latte, interrompere l'allattamento, in quanto influisce negativamente sulla produzione dell'ossitocina. Va ricordato che l'alcol entra nel corpo di una madre che allatta attraverso la pelle e penetra nel sangue del bambino con il cibo. Quasi tutti gli adulti sensibili sono consapevoli degli effetti dannosi dell'alcol etilico.

Fai attenzione! Prima di fare l'auto-trattamento, analizzare la composizione dei farmaci, leggere le controindicazioni. Trova un sostituto per sostanze e farmaci pericolosi, segui il principio: "Non fare del male!"

Se la congestione nella ghiandola mammaria sta crescendo rapidamente, la temperatura sale a 39 gradi, dovresti chiamare la casa del dottore, abbassare la temperatura con paracetamolo, ibuprofene. Si ritiene che questi farmaci siano meno tossici per l'infermiera. Tempo di assorbimento del farmaco: 30 - 40 minuti. Calcola la sua ricezione in modo che le briciole ottengano meno medicine possibili.

Puoi evitare di assumere farmaci antipiretici, se sai: quanto dura la temperatura quando si usa la lattostasi. Nei casi lievi, inizia a declinare non appena una donna le taglia il seno, rompe i grumi con l'aiuto di un leggero massaggio.

Trattamento di lattostasi a casa

Con il ristagno del latte materno, l'immunità diminuisce in una madre che allatta. Per prevenire le ricadute, l'ostetrico prescrive un complesso di preparati vitaminici.

Una donna può assumere una lecitina multivitaminica da sola durante l'HB. Oltre a una composizione equilibrata di integratori essenziali, contiene fosfolipidi naturali, quindi la lecitina è un epatoprotettore naturale - ripristina la funzione del fegato quando assume farmaci "aggressivi".

È importante! Non prendere i tuoi antibiotici per la lattostasi. I blocchi del torace sono fisiologici, non causati da microrganismi patogeni. Potenti farmaci prescritti dal medico quando il blocco del condotto porta alla mastite purulenta.

Lattostasi e allattamento: cosa devi sapere?

In rari casi, quando il condotto viene ristretto, il pediatra, dopo aver consultato uno specialista del seno, decide di interrompere l'allattamento. Metodo popolare - "bendare strettamente il torace" - in questo caso non è adatto per fermare l'allattamento.

Trova modi semplici ed efficaci per ridurre l'allattamento a casa senza danni alla salute.

Nel mercato farmacologico, il farmaco Dostinex è considerato il migliore. Le donne che allattano prendono una volta due compresse di questo farmaco, come prescritto da un medico. Dopo l'assorbimento nel sangue del farmaco, il livello di prolattina diminuisce, il latte non viene prodotto. 5-10 giorni dopo l'assunzione delle pillole l'allattamento viene ripristinato per intero.

Ricordate! Il farmaco sulla base della bromkriptina è raccomandato dal Ministero della Salute solo nei casi di mastite purulenta grave per interrompere l'allattamento.

Le interruzioni ormonali nel corpo completano i processi congestivi nella ghiandola lattea. I mammologhi prescrivono con cura ormoni sintetici ai loro pazienti. L'ossitocina è indicata per le madri che allattano quando i problemi insorgono immediatamente dopo il parto: influisce sulla contrazione uterina, promuove il latte materno, riduce i sentimenti di panico nelle mamme.

Cosa succede se c'è meno latte dopo la lattostasi? Prima di tutto, scarta paura e insicurezza. L'allattamento verrà ripristinato in modo fisiologico se il bambino succhia spesso e attivamente il seno.

Includere proteine ​​nella dieta quotidiana, mangiare meno carboidrati semplici. Cambiare la modalità di bere - bere molta acqua, composte, succhi di frutta. La medicina tradizionale offre una varietà di tè alle erbe che agiscono sulla normalizzazione della produzione di latte. Puoi preparare i tuoi brodi da erbe. Il tè caldo subito dopo l'allattamento riempie il seno di latte.

Alcuni altri suggerimenti nell'articolo: " Come restituire il latte materno? "

Domande frequenti

Come ridurre la temperatura durante la lattostasi?

Se la colonna di mercurio ha superato il segno di 38,5 gradi, puoi assumere farmaci antipiretici, osservando la risposta del corpo. Se la temperatura non scende entro un'ora, possiamo supporre che questo sia l'inizio del processo infiammatorio. Urgentemente al dottore!

Come applicare la foglia di cavolo con la lattostasi come impacco assorbibile? Quanto da mantenere?

È usato come distrazione per bruciore, rossore, gonfiore. Applicare sulla ghiandola, tagliando le parti dure del foglio. Tenere premuto fino a quando il foglio non è diluito. In alcuni casi, si consiglia di saltare il cavolo attraverso un tritacarne, mescolare il ripieno con kefir e applicare come impacco.

Stiamo cercando ed eliminiamo le cause.

Buona lattazione, l'assenza di fenomeni congestizi e infiammatori nella ghiandola del latte hanno un effetto benefico sullo sviluppo del bambino.

Scopri le cause della lattostasi:

  • alimentazione non secondo indicazioni fisiologiche, ma secondo "orologi rigorosi", ignorando le poppate notturne;
  • il bambino succhia debolmente il seno , non cattura completamente il capezzolo;
  • la madre non alterna pose in cui nutrire il bambino;
  • indossare un reggiseno scomodo con le ossa;
  • trauma toracico durante il pompaggio;
  • dormire, sdraiato a pancia in giù;
  • proseguimento dell'allattamento al termine dell'alimentazione, mancato rispetto delle norme igieniche;
  • affaticamento, stress, cattiva alimentazione.

Conoscendo le cause della malattia, prenderà misure per prevenire la lattostasi, aumentare il periodo di allattamento al seno.

Lascia un commento
(Richiesto)
(Richiesto)

Nuovi articoli
Calendario di gravidanza
tavolo
altezza e peso
calendario
vaccinazioni
DE BG LT GG FGIROGIRO

al piano di sopra